In un bicchiere di sambuca

A volte penso di essere una boccata di aria fresca. E il mio sorriso nella metro, il mio sguardo. Posso sedurre chiunque, mi dicono. Il mio potere. E un’immagine nella mente. Una Scarlett Johannson disperata in un Match Point. Una partita persa. Per lei. O forse no.
Vita. In qualunque forma. Dolore, a tratti, intenso e lancinante. Che tisi è spezzato il cuore e le nuvole nel cielo, quelle stesse che ti facevano sognare, ora sono solo presagi di tempesta.
Io respiro. Non mi accontento di una boccata d’aria. E le nuvole continuo a guardarle, sempre. Alzo il mio sguardo e col naso all’insu gusto la prima goccia di pioggia.
E non è masochismo. Sempre, solo vita.
Che, poi, ti porta per caso in una strada consacrata ed esce ancora il sole.
Quello che ho dentro. Basta uno sguardo.
E stavolta non è il mio.
Annunci

7 Pensieri su &Idquo;In un bicchiere di sambuca

  1. non credo di aver capito un grankè… non sono neanche riuscito a capire se stai male “Dolore, a tratti, intenso e lancinante. Che tisi è spezzato il cuore ” oppure bene “ed esce ancora il sole.
    Quello che ho dentro. Basta uno sguardo.
    E stavolta non è il mio…”.. boh lucì… ne parliamo appena possibile… 😉
    u’ mastr

  2. Ma no, non posso dirtelo, perchè se te lo dico…allora poi tu puoi barare e dire che avevi capito anche se non è vero?!?!
    Ehm…E’ troppo presto stamattina. Credo che devo ancora svegliarmi.
    Ho finito il caffè porca miseria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...