Questo Natale…una possibilità…

A volte è difficile scrivere. Non ci riesci nemmeno guardandoti riflessa nel finestrino di un treno in corsa. Seduta controcorrente, guardi nel buio le luci di Natale della tua cara Italia. E pensi, e prendi la penna in mano e il blocknotes. Ma i pensieri rimangono lì. Mezzi detti, mezzi scritti. Forse, anche mezzi pensati.  Poi capita che il freddo ti fa passare il sonno, mentre cerchi nella borsa le tue chiavi che quasi quasi fatichi a riconoscere. E allora, vaghi un pò per casa, indugi. Un pò sei ansiosa. Un pensiero, per Natale, vuoi buttarlo giù. E non lo sai se cominciare dall’aria natalizia che a Parigi non c’era. E che tu hai creato, un kilo di mandarini messi a seccare su uno sgabello rosso, una creme brulee non proprio artigianale, un saluto, veloce, di mattina presto. O forse i dialoghi in aereo, che ancora risuonano nella tua mente e ti fanno pensare. O l’aria di casa, che hai ritrovato, con il presepe che hai cominciato e l’albero, che hai le braccia tutte graffiate e domattina dovrai comprare altri nastrini, 20m non sono bastati. O la famiglia, questa strana famiglia, che leggi un biglietto di tuo padre di quarant’anni fa e ritrovi te stessa. E quasi quasi vorresti dirglielo, ma all’improvviso è come non saper parlare. O il pancione di chi tra un pò darà alla luce una bimba. O le parole non dette di due bambini che vorresti veder sorridere. O la tua città, con il tetto di lucine in centro e i tuoi compagni di Liceo che mormorano di te "che è diventata strana ultimamente". O di un’amica, un bicchiere di Brachetto, un orsetto luccicante. E le parli di te. E sei felice per lei. O un amico, che ti chiama nel cuore della notte. E poi ti caccia e chissà che gli passa per la testa, libro aperto per un’analfabeta. O di una città, che presto conoscerai, e delle foto in una fotocamera. Ti senti "mignon", e non sei una pasta in pasticceria.

Di tutto questo, ad un giorno da Natale.

Nelle possibilità io ci credo, ed ho imparato, caro Pietro, a domandare davvero a me stessa cosa voglio. Ora.

Felice Natale, ed un abbraccio caldo caldo. Sorrido, apro il cuore. Buona notte e sogni d’oro.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Questo Natale…una possibilità…

  1. Nessuno sa cosa vuole… O forse crede di saperlo finché non ce l’ha a portata di mano, dopodiché si convince di volere qualcos’altro… 🙂

    Buon natale e buone feste anche a te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...