Vorrei diventare..frammenti…

[…] La città e il territorio per l’urbanista sono solo un immenso archivio di documenti del passato, ma soprattutto un inventario del possibile. L’urbanistica non è solo studio di ciò che è avvenuto ed è probabile che avvenga, ma soprattutto immaginazione di ciò che è possibile far avvenire. […]
L’urbanista è oggi una figura inevitabilmente situata tra l’etica del potere e la ricerca di una verità consensuale. […] L’urbanista descrive, attraverso scritti e disegni, lo stato delle cose, cerca di fornirne un’interpretazione, costruisce ipotesi di loro modifica e le pone sullo sfondo di un’immagine del futuro sufficientemente delineata perché ne risulti chiaro il senso.
  
[…] L’urbanistica, per questi motivi, è anche scrittura che accompagna le diverse forme del progetto della città e del territorio: che descrive, illustra, dimostra, argomenta, suggerisce e sollecita gli immaginari collettivi e individuali. Distante dalla continua invenzione e dal rapido consumo di parole che divengono bandiere di brevi tragitti, l’urbanistica è scrittura epica e polifonica, che trascende la contingenza e nella quale un’epoca si rappresenta attraverso le sue differenti voci. L’urbanista, oltre che produttore di progetti con un elevato contenuto tecnico, è produttore di immagini, di racconti e di miti. Miti e immagini non sono fantasmi. Essi raccolgono le istanze più fortemente radicate nella cultura dei luoghi e dei loro abitanti, costruiscono giudizi e valori, guidano dal profondo comportamenti individuali e collettivi, dando unitarietà all’interazione sociale, rendendola possibile. Miti e immagini sono forme di concettualizzazione di un futuro possibile che cercano di anticipare. Proporli richiede un elevato senso di responsabilità, una particolare deontologia. E’ per questo che, stretta tra studio del passato e immaginazione del futuro, tra dimensione tecnica e artistica, tra etica e verità, l’urbanistica, forse più di altre discipline, richiede grande libertà, rigore intellettuale e morale.
da "Prima lezione di urbanistica", Bernardo Secchi, Ed.Laterza.&nbsp;<!–

–>

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Vorrei diventare..frammenti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...