se fosse tutti i giorni, forse

Prendo i cuginetti, me li scarrozzo in giro. Li ascolto, e mi piace. Un gelato (Fragola e Mela verde per Tommy, Yogurt, Mela verde e aggiunta di panna per Frenci, Limone e Cioccolato per me ), nel vento di una via Pretoria affollata. Una passeggiata fino a Montereale e ritorno. Un giro in un negozio, ed il monito "Lucia, dobbiamo andare via, perchè altrimenti lo zio Tony arriva a casa e non trova nessuno". E lo zio Tony è proprio lì, per strada. Strano vederlo, con le sue camicie, i soliti jeans. I suoi lineamenti, che forse mi ci ritrovo solo perchè ho infinita voglia di somigliare a lui. Lo zio preferito da tutti, in fondo, perchè non si può non amarlo. E il suo vino è in frigo, mica dimentico di farglielo trovare al fresco, come piace a lui. E come piace a me, d’altronde. Mentre ci fermiamo al giornalaio – 2.50€ massimo a testa, scegliete quello che volete – e prendo il mio solito banalissimo mensile, ripenso a quel Natale, io e lo zio capaci di mangiare i miei baci di dama fino a scoppiare, eppure incapaci di fermarci. Ingordi, entrambi. Ci somigliamo anche in questo. Mi riappacifico con la città (ma Montereale l’ultima volta che l’avevo visto aveva ancora l’erba verde…e oggi era tutto giallastro), tutto ok.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...