è lunedì

Mi fanno sempre molta paura le prime domeniche fresche. Mi chiudo in camera e se esco e ci rientro, non c’è il profumo dell’aria di campagna che viene dalle finestre aperte, ma l’odore di chiuso e il calore sprigionato dal pc sempre acceso. Metto i calzettoni e ci scherzo su. I loro colori accesi sembrano smorzare la tristezza che invece mi assale per la solitudine che comincio a sentire. Vago tra le stanze senza troppa pace e mi concedo bagni pieni di schiuma che finiscono per peggiorare la situazione, quando la corrente salta e sono costretta ad una doccia fredda perché acqua calda non ce n’è più. Mi fa sempre molta paura ritrovarmi in tavolate lunghe ed essere lì, nel mio angolo, un po’ sempre uguale a me stessa, vestita di nero e fondamentalmente sola. Così, un’appendice degli altri che appartengono ad un contesto e ad un quadro in cui io saltello ogni tanto per poi rimanerne, alla fine, fuori. Come se saltellando saltellando potessi godere di tutti questi quadri diversi e dei mille paesaggi che dipingono e delle mille storie che raccontano. Ma poi, la domenica, sono fuori dal quadro, e sono sola. E mentre faccio pace con la mia città, seduta in un vicolo mezzo sconosciuto, chiedendomi le mie ragioni delle mie storie, ecco che le labbra si spaccano e il mio nervosismo prende la forma somatica che più mi fa paura, perchè non sono capace di controllarlo e, allora, diventa visibile a chiunque, chiunque sappia leggerlo, chiaro.

 


fasciono polaroidMi fanno sempre molta paura i traguardi che arrivano, segnati dalle prime domeniche fresche. l’autunno che ricomincia e i progetti che dovrebbero prendere forma. Ma che poi, invece, rimangono così, non meglio definiti, senza qualcuno che mi ascolti e mi aiuti a dar loro un senso. Mi fa molta paura questa sensazione di lasciar passare così gli anni, continuando a saltellare da una parte e dall’altra, rimanendo il jolly di una compagnia in cui però ognuno ha la sua vita e la mia invece è così, ancora priva di senso.

 

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;è lunedì

  1. Una sensazione che non avrei saputo esprimere meglio. Perché in fondo, anche saltellando in due, è sempre un esercizio del tutto personale.

    Baci

    Mo

  2. l’ultima intenzione era riuscire a farti sentire fuori dal quadro.. quadro con tanti personaggi abusivi e inutili. ma mi piacerebbe vederlo da lontano e allora accorgermi che in quella accozzaglia di colori si intravedesse una macchia, non uniforme, ma quantomeno di tonalità simile. e tu, che ti piaccia o meno, nel mio quadro, nel nostro quadro, ne fai parte. dovresti solo provare ad accorgerti che il tuo colore, per quanto possa essere diverso (per scelta o per destino) è indispensabile per completare quella chiazza di colore.
    non credo di essermi spiegato, ma ci spero tanto.
    papy (con mamy alle spalle..!)

  3. @mamy e papy: non c’è nessuno che mi ha fatto sentire fuori dal quadro, e l’ultima intenzione dei miei post e dare questa sensazione…non c’è bisogno che mi scriviate il bene che mi volete, lo conosco, e lo amo ( e lo ricambio, beninteso:p) ma…sono solo io che stono e do’un pò di testa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...