Le pratiche dei funerali mi rimarranno oscure nei secoli dei secoli. Quello che mi ha intristito, alla fine, è quell’auto, mamma e figlio soli, perchè alla fine sono loro che ora si vivono questa cosa, e tutta quella gente che lì aspettava che la cerimonia finisse, bè, ci sarà rimasta quasi solo "per non portarsi il lutto a casa" come è usanza, mi suggerivano compagne diventate bionde. Che poi, io a quell’aperitivo a cui non sono stata (evidentemente) invitata non c’avevo manco molto da dire, che brindare sulla scomparsa del prof mi pare lugubre. Piuttosto, c’era da alcolizzarsi per dimenticare l’orrore delle sfilate a cui ho assistito e delle forme che non sopporto e delle ipocrisie. Io ero là solo per lui, e nemmeno per pregare, che non sono capace.

Quello che so, è che continuerò a pensare che un giorno o l’altro mi basterà passare al Liceo per ritrovarlo, fare una chiacchiera e raccontargli di me, e sentire la sua voce e la sua risata, e vedere il suo maglione blu e i suoi occhiali da sole e il suo cappotto e il borsello, perchè tanto nella mia vita lui è un punto di riferimento, e non smetterà di esserlo solo per questo, solo perchè non c’è più. Quando ho scritto il bigliettino a nome della III D, stamattina ho pensato a come ci vedeva, quando entrava. Ho messo i nostri nomi in ordine di banchi, così come eravamo difronte a lui, che sedeva alla cattedra, a volte sedeva sulla cattedra, oppure si poggiava al balcone, quando il tempo era bello. I miei compagni si sono stupiti del fatto che ricordassi le nostre posizioni. Erano lontani, invecchiati, smorti, non tutti, magari, solo qualcuno.La prof di Latino e Greco era più lucida di loro. Io, ero sola, come sempre, nel mio angolo ad osservarli. Perchè poi forse a volte mi metto in cattedra e giudico, io molto più di quelli che io stessa ritengo solo farisei. E ok, sbaglio, e sono presuntuosa, ma, giuro, stamattina avevo il cuore aperto, e quando ho visto i miei compagni, ho cercato di essere con loro, per essere tutti, come il prof aveva scritto sul mio diario di viaggio di terzo liceo.


Vado a prepararmi, oggi do’ una mano anche io.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;

  1. Sono entrato per commentare il concerto di stasera e mi sono imbattuto in questo post.
    Che angoscia…..
    Conoscevo bene Rocco, è stato ottimo insegnante di mio figlio al Classico…. una gran brava persona. che peccato ci abbia lasciato così presto……

  2. Era il prof di un sacco di gente. era uno dei migliori. E ora mi manca un sacco. io continuavo a vederlo e sentirlo abbastanza spesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...