non neutro

Ci sono pagine intense da cui non riesco a staccarmi, e che leggo con il pathos con cui a volte vivo le persone. Ci sono persone intense da cui non riesco a staccarmi, e che guardo con il pathos con cui a volte sfoglio i libri. Ci sono ore che trascorro a cercare di sincronizzarmi e lunghe pause in cui mi sento fuori dal tempo. Ci sono giorni che più di altri mi rimangono impressi nella memoria, ed immagini che scatto e conservo nella mente, e come flash all’improvviso ritornano e sono lancinanti. Un lancinante senza colore, un’emozione. Non ha il profumo del dolore, non ha il profumo del suo opposto, ma è lancinante, senza dubbio. E ci sono parole che non riesco a dire, o forse che non so pronunciare, o forse che non hanno il suono giusto per essere ascoltate o forse sono solo sotto voce, o forse sono solo parole, e non val la pena di toccarle. E ci sono parole che dico forse troppo, o troppo spesso, o troppo fuori luogo, e ci son rimedi che non so dare, non so trovare.

E allora, mi lascio prendere da quelle ore in cerca di sincronia, interrogandomi sull’interpretazione possibile delle parole dette e non dette e chiedendomi se ci si domanda altrove di parallele interpretazioni. 

Ed in una confusione tale, finisco un libro, e un’emozione lancinante mi tocca ancora. E non è vero che non ascolto e non sono attenta. Forse a volte, cerco solo di non sentire. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...