intanto fiocca, io scrivo (ritenta ancora, sarai più fortunato)

Non so perchè, ma all’improvviso il posting è diventato settimanale, e la cosa non mi fa mica piacere, perchè io continuo a pensare esattamente come prima, con una trasformazione di eventi-frasi-immagini-odori-suoni e qualunque altro input che faccia muovere il più piccolo neurone nel mio cervello in post immediato, ma poi, tutto rimane là, in testa. Forse sarà che questo editor comincia a starmi stretto e allora mi viene l’ansia al pensiero di scrivere. Ma no, perchè potrei benissimo scrivere altrove e poi ctrl+c, ctrl+v. Dunque, non di questo si tratta.
Forse sarò solo pigra. Ma nemmeno. boh. vabbè, lasciamo perdere le domande e cerchiamo di concentrarci su quello che ho da dire.  Anche perchè la cosa grave è che dal 2 di Gennaio il mio contratto adsl -disdetto- scade, e ho paura che nel frattempo il tecnico di fastweb non arriverà in mio salvataggio. Oh me tapina, resterò bloccata in casa, magari con la neve che già ora sta scendendo inquietante (in effetti in questo momento esatto non è inquietante, la scena è questa: sono seduta davanti al camino -spento perchè sono incapace di accenderlo e non ci penso proprio a scendere a prendere legna – con quel puzzino di fumo che è rimasto da ieri sera, dopo aver arrostito le castagne, l’albero di Natale decorato con fette di arance e biscotti sbrilluccicante alle mie spalle,  tv accesa, sono sola, vabbè, con il cane che ogni tanto si affaccia alla finestra e improvvisa un balletto, scivolando con le zampe anteriori sul davanzale (è uno spettacolo, potrei registrarlo ). Che pace). Dunque, qua si rischia che passo le vacanze di Natale senza connessione con parenti per casa (arriveranno, lo so che arriveranno) e amici che ritornano nelle rispettive case d’origine, dunque un suicidio. Ma la cosa bellissima è che sono troppo contenta – per ora – di aver scelto fastweb, perchè, quanto meno, la telefonata di attivazione -per la durata di 23minuti e 10 secondi, mi ha fatto morire dalle risate.  Eh si, perchè la tizia era troppo forte. A parte aver continuato a chiamarmi col cognome di mia madre tutto il tempo, leggeva le caratteristiche dei prodotti che ho scelto con una serietà indicibile, con qualche interpretazione personale del tipo: "non è che il nostro tecnico si presenta così, a cucu‘, noooo, ma solo dopo aver preso appuntamento". Oppure, "e vi chiederete come fate a sapere quanti minuti avete usato? allora, lo potrete vedere sulla vostra pagina myfastweb, ci andate e vedete di quanti minuti avete goduto fino ad allora". La parte più bella è stata quella delle istruzioni per le prossime telefonate che riceveremo da un centralino automatico: "mi raccomando dia istruzioni in casa perchè poi se si sbaglia insomma la disattivazione del contratto è molto più semplice di quello che si possa credere e allora se io le domando se lei ha una linea attiva che mi risponde? Brava, benissimo" etc etc., con un tono da maestrina dolce. Alla fine, mi ha abbracciato quaranta volte per accogliermi nell’azienda ed è stata davvero carina. Brava brava. Speriamo tutto vada bene e soprattutto l’attivazione sia veloce…
Annunci

2 Pensieri su &Idquo;intanto fiocca, io scrivo (ritenta ancora, sarai più fortunato)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...