tempo per me

E’ troppo tempo che faccio silenzio e lascio passare le ore e cerco di aspettare che sia il momento giusto per parlare ed il tempo giusto per scrivere, forse ancora di più.

E’ troppo tempo che guardo nel mio pc a lato del letto quelle ragazze americane e aspetto da loro risposte, e pongo a loro domande.

E’troppo tempo che non passo la sera con il pc sulle gambe a guardare gli altri e a pensare a me.

Una foto che mi piace turba il mio equilibrio e accende l’inquietudine. Piena di domande che non hanno senso,che sono fatte solo per farsi  del male, domande che non hanno risposte, domande che comunque sia ho deciso di non porre mai più. (e cancello mai, perché questo, l’ho imparato, non esiste mai nella vita).

E le scorro tutte, poi, quelle foto, ad una ad una, ricordandone esattamente ogni dettaglio. Gli odori, i rumori. Un anno così intenso che sembra aver inciso un solco nel mio modo di guardare.

Intenso. Forse troppo a fondo troppo in fretta, e risalire è dura. E rinunciare è…in qualche modo che non so ancora definire.

E poi sapere che non importa se stasera ho bisogno di questo, che lei non deve preoccuparsi per me, è il tempo che mi serve per respirare, e riprendere fiato, è me stessa che si fa strada nei miei giorni e mi parla e mi racconta. E mi aiuta, piano piano.

 

E lascia spazio a quello che ora mi appassiona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...