una parola per il 2016 (parte 2)

No, non si può aspettare dicembre per fare bilanci. Metà anno è già un buon punto per riflettere. Se no, non ci sarebbe concretezza.

Concretezza è la mia parola numero uno per il 2016. Sono soddisfatta. Sto praticando la concretezza. E mi rende molto soddisfatta.

Non basta però. Ci vuole anche energia.

Questa la mia parola numero due per questo semestre che inizia ora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...